Acquisti nell’Automotive: oltre il 90% dei Millennials influenzati dai Social Media

Quali sono le fasi che conducono un automobilista all’acquisto di una nuova vettura? L’ingaggio del consumatore, che è frutto della Brand Image della Casa Automobilistica, costituisce la fase di partenza. Un momento a cui segue la ricerca di informazioni sul prodotto, fino a confluire nell’acquisto vero e proprio.
All’interno di questo percorso, la ricerca di informazioni costituisce lo stadio più importante, poiché è qui che il consumatore matura la decisione d’acquisto, e le case automobilistiche così come le concessionarie hanno l’opportunità di orientarne le preferenze.
Ma come si è trasformato il comportamento dei potenziali acquirenti da quando il mondo dell’automotive è approdato sui Social Media? Il cambiamento è stato davvero sorprendente: circa il 40% delle persone a livello mondiale, prima di acquistare un’autovettura, si affida ai canali social per reperire informazioni sul possibile futuro acquisto. Circa 1 su 4, invece, li usa essenzialmente per raccontare la propria esperienza d’acquisto, attivando preziosi feedback per l’azienda. Se poi guardiamo ai millennials, le percentuali salgono notevolmente, superando ben il 90% di utenti che si affidano ai Social Media nel determinare la propria decisione di acquisto. È evidente, pertanto, l’importanza rivestita da tali strumenti, attraverso i quali i consumatori hanno la possibilità di instaurare un rapporto diretto con le case automobilistiche che, a loro volta, scelgono i social per inspirare, informare e fornire assistenza all’utenza in tempo reale. E ciò attraverso l’istituzione di un dialogo senza filtri, in cui il flusso di immagini, video, promozioni e contest punta a una regolare interazione con i followers.
È così che l’influenza delle virtuali reti sociali su quelle che sono le decisioni di acquisto, diventa determinate per le aziende e imprescindibile sistema di comunicazione.
Ma quali sono i canali social maggiormente usati?
Secondo una ricerca di We Are Social, l’84% di chi acquista un’auto è presente su Facebook. Una percentuale che è destinata a crescere se si considera che il 40% delle nuove auto saranno acquistate nei prossimi 10 anni da Millennials. Questi dati ci fanno comprendere come Facebook rappresenti, di fatto, il canale attraverso cui il brand può raggiungere il maggior numero di potenziali clienti, e ciò a maggior ragione che può comunicare nello stesso canale in più lingue, adattando, così, i contenuti ai diversi mercati. L’utilizzo di Facebook Business, tra l’altro, offre la possibilità di avviare una precisa selezionare del target cui rivolgersi, ottimizzando le potenzialità del Brand nel raggiungere l’utenza. Ci si trova, pertanto, di fronte a un social dalle ampie potenzialità nella sua capacità di generare conversioni e ottimi risultati in un’ottica di impresa. Basti pensare, a tal proposito, alla casa automobilistica Volkswagen, la quale si rivela la più seguita su Facebook, con una fanbase di oltre 33.000.000 like, seguita da Mercedes Benz e BMW.
La presenza delle case automobilistiche, tuttavia, non si ferma a Facebook e si apre anche a social come Twitter, in cui Mercedes Benz detiene il più alto numero di fan con oltre 2.000.000 di followers. Così come particolarmente attiva si mostra Fiat, attraverso una comunicazione divertente e originale, basata su azioni di real time marketing, atte a suscitare curiosità e coinvolgimento. E gli esempi possono continuare. I Brand automobilistici, infatti, si raccontano anche su canali come Instagram, strumento che permette alle aziende di costruire un vero e proprio storytelling fotografico del Brand, e dove a detenere, attualmente, il maggior numero di fan è BMW con i suoi oltre 15.000.000 di seguaci.
E che dire di Youtube? Il video online è diventato il primo momento in cui il consumatore si avvicina virtualmente alla driving experience, tant’è che il 41% di chi ha guardato un video online prima dell’acquisto, lo ha fatto proprio su YouTube, riducendo, di conseguenza, il numero di visite in concessionaria.
La ricerca statistica permette ai Brand dell’Automotive di monitorare la qualità della propria comunicazione sui Social, individuando nuove strategie in grado di migliorare l’appeal della marca e le sue performance sul mercato.
Lo strumento ideale è la web content analysis e social media research (WCA), che utilizza tool di ricerca e analisi professionale in grado di scandagliare, classificare ed interpretare tutti i contenuti web che passano dai Social, misurando le reazioni dei consumatori di fronte ad un qualsiasi stimolo comunicazionale.
Marketing Management risponde a questa tipologia d’indagine utilizzando I-Idioma®, un motore semantico nato dall'incontro fra la tecnologia informatica di Quest It e le esperienze sul campo dei nostri ricercatori quantitativi e qualitativi.

Chi siamo